Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Home
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Editore
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Catalogo
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Riviste
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Acquisto
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Librai
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Vendita
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Links
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Motori

a cura di Maria Irmgard Wuehl
JUNG
FOGLI D'ALBUM


 

 

Maria Irmgard Wuehl, analista junghiana a Milano; socio del Centro Italiano di Psicologia Analitica (Cipa), membro dell'International Association for Analytical Psychology (Iaap); svolge da molti anni la funzione di docente presso l'Istituto di Milano del Cipa; è autrice di vari articoli apparsi su riviste di psicologia analitica italiane e internazionali.

Jung per immagini e parole. Avvenimenti esteriori ed esperienze interiori si intrecciano fino a formare una professione di fede.
Fogli d’album: testi e fotografie di momenti significativi della vita di Jung e dei suoi cari. Squarci di vita familiare e, insieme, le tappe fondamentali della sua ricerca scientifica, perché lo Jung privato e lo Jung pubblico sono due facce non separabili dello stesso individuo.
Un omaggio a Jung, sì, ma non una oleografia, non una acritica agiografia.
Pur in uno sforzo di estrema sintesi, la curatrice ha saputo in questo volume non perdere di vista la complessità del pensiero junghiano, rimarcandone punti forti e punti deboli, evidenziandone luci e ombre.
Si tradirebbe lo spirito a cui è improntata l’intera ricerca di Jung, che di sé diceva: "Io non sono junghiano", se non si sottolineasse la non dogmaticità del lavoro di Jung, se non si presentasse il lavoro di Jung come un’opera aperta all’innesto di nuove idee, di nuovi apporti clinici e teorici.
Va ricordato che per Jung l’immagine non è mera illustrazione della parola, ma che è semmai la parola, innanzitutto quella creativa, che cerca di tradurre in linguaggio comprensibile l’immagine archetipica appartenente all’inconscio collettivo.
Coerente con questa visione, Jung stesso è stato creatore di immagini. Egli, come è documentato in questo volume, non solo incoraggiava i suoi pazienti a produrre pitture spontanee ma ha anche personalmente realizzato disegni, dipinti, sculture, mandala.
Jung per immagini e parole, dunque, nell’intento di dare, attraverso la tonalità affettiva che le immagini sanno evocare, più pregnanza ai concetti.
Jung per immagini e parole, infine, perché, come Jung ci ha insegnato, le ragioni del pensiero, se disgiunte dalle ragioni del cuore, sono soltanto aride e vuote formulazioni verbali.

JED/2, pp. 144, f.to 14x21, ill., Euro 14,46
ISBN 88-87131-07-4, I ed. gennaio 1998

Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Home
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Editore
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Catalogo
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Riviste
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Acquisto
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Librai
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Vendita
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Links
Blue_Swirl9340.gif (899 byte)
Motori